Progetto Liceo Ars Theatrandi

 

DESCRIZIONE DEL PROGETTO Ars Theatrandi

 Ars Theatrandi già nel nome racchiude in sé la sua portata distintiva. E’ laboratorio, è studio, è sperimentazione per gli Studenti iscritti dei diversi indirizzi dell’Educandato e, in particolare, per gli allievi del Liceo Classico con curvatura Arti Sceniche.

 Guidati dai maestri Andrea De Manincor, Sabrina Modenini e Matteo Spiazzi in tandem con le docenti Giovanna De Finis, Maria Elena Tagliaferro e Anna Vantini, gli allievi di Ars Theatrandi esplorano sentieri nuovi sia attraverso la fruizione dell’andare a teatro che di fare teatro.

 Ars Theatrandi offre agli studenti l’opportunità di sviluppare le loro diverse intelligenze in un contesto di apprendimento che permetta loro di esprimere le capacità “interne”, i tratti personali, in uno spazio d’azione in cui possano interagire con gli altri, ‘assaporando’ tutti gli step del processo laboratoriale, da vivere come ‘momenti unici’ per la formazione propria e del gruppo.

Homines sumus è il tema sul quale si cimentano gli studenti del corso Liceo Classico Arti Sceniche, chiamati a indagare alcuni testi antichi del patrimonio greco e latino, per riflettere sul concetto di uomo.

L’approccio innovativo allo studio delle lingue e civiltà classiche consiste nell’analisi di opere in lingua e in traduzione per la scrittura di una drammaturgia e nell’utilizzo delle nuove tecnologie per l’allestimento dello spettacolo.

Il risultato finale sarà, in un fitto dialogo tra passato e presente, una scrittura drammaturgica a cui coralmente tutto il gruppo Ars Theatrandi, darà voce con azioni performative in diverse occasioni organizzate sia a livello locale che nazionale.

Ars Theatrandi si svolge al di fuori dell’orario di servizio, e solo per il segmento del Liceo Classico delle Arti Sceniche anche in orario curricolare per lo studio delle tematiche da sviluppare poi in fase laboratoriale (tre ore al primo e tre ore al secondo quadrimestre). Il progetto Ars Theatrandi, che mira a potenziare le peculiarità degli indirizzi presenti nell’istituto, s’innerva in questo modo nel piano di studio del Liceo classico Arti Sceniche. 

OBIETTIVI

  • Prendere coscienza della propria pre-espressività.
  • Creare un ambiente di apprendimento che miri a sviluppare negli alunni/studenti la creatività, a stimolarne la motivazione allo studio, a riconoscersi nel gruppo con i tratti precipui della propria personalità ed espressività, mettendoli a disposizione della collettività.
  • Sviluppare le diverse intelligenze dello studente/alunno in un contesto di apprendimento che gli permetta di esprimere le capacità “interne” (tratti personali”) in uno spazio d’azione in cui possa interagire con gli altri.
  • Educare gli allievi alla fruizione del Teatro come spettatori.
  • Educare gli allievi a “fare teatro” in prima persona attraverso gli elementi fondamentali della comunicazione teatrale e l’interazione fra luogo, spettatori e attori, ‘assaporando’ tutti gli step del processo laboratoriale, da vivere come ‘momenti unici’ per la formazione propria e del gruppo.

Liceo Classico, Arti sceniche: oltre agli obiettivi già elencati

  • Promuovere e valorizzare, attraverso la cultura e l’arte teatrale, il mondo greco e latino, aumentando la motivazione allo studio delle lingue classiche.
  • Conoscere gli elementi distintivi del teatro greco-latino e la loro evoluzione.
  • Favorire il gusto della lettura dei classici greci e latini, in traduzione, per un approccio motivante e consapevole alla lettura in lingua di estratti delle medesime.
  • Conoscere le fonti greche e latine per poterle reinterpretare sulla base della propria sensibilità.
  • Conoscere le tecniche per riscrivere, a partire dalle opere studiate, drammaturgie inedite e originali su temi che permettano di creare un forte legame tra il testo antico e la modernità in un dialogo continuo.

Il Laboratorio è incentrato sui seguenti ambiti:

Io in rapporto a me stesso

(attività laboratoriale sulla voce, sul respiro, sulla dizione, sulle intenzioni ed emozioni nell’espressione, lettura espressiva)

Io in rapporto allo spazio

(attività laboratoriale: corpo e spazio, presenza scenica e movimento scenico, corpo e tempo, ritmo).

Io in rapporto agli altri

(attività laboratoriale: io e gli altri, ascolto e concentrazione, relazioni nel gruppo di “attori”, improvvisazione).

Io in rapporto all’opera

(attività laboratoriale: lo studio del personaggio, entrare nel personaggio e agirlo sulla scena).

AZIONI 

Saggi del laboratorio da mettere in scena in momenti diversi dell’anno scolastico nel contesto di eventi locali e nazionali (per esempio, Notte Nazionale del Liceo Classico”, Classici contro).

 PCTO

Il laboratorio Ars Theatrandi per gli studenti del secondo biennio e del quinto anno è valido ai fini dell’attività PCTO, 30 ore.

Allegati
Ars Theatrandi.pdf