Educandato Statale
Agli Angeli
Pon
Esami di Stato 2019/2020 - organizzazione e svolgimento.

Decreto Legge n.22 – 8 aprile 2020. Misure urgenti sulla regolare conclusione e l’ordinato avvio dell’anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato - Riflessioni

 

Ritengo utile riportarVi in sintesi quanto stabilito dal D.L. 22 dell’8 aprile 2020, pubblicato in

Gazzetta Ufficiale:

INDICAZIONI COMUNI A TUTTI I CICLI DI ISTRUZIONE

 Gli alunni sono ammessi all’anno successivo, ma con segnalazione da parte dei

Consigli di classe delle lacune o materie non sufficienti;

 Le attività di integrazione e recupero delle discipline saranno svolte a decorrere dal 1

settembre 2020;

 Nel caso le lezioni non riprendano in presenza entro il 18 maggio, gli scrutini saranno

online;

 Il nuovo a.s. 2020-21 potrebbe iniziare in data anticipata rispetto alla tradizionale

data di “metà settembre”;

 Specifiche ordinanze definiranno le modalità di queste attività;

 Non si faranno nuove adozioni di libri di testo per l’a.s. 2020-2021, ma saranno

confermati quelli in uso nell’attuale a.s.;

INDICAZIONI SUGLI ESAMI DI STATO SECONDARIA 1° GRADO

Se le lezioni riprenderanno entro il 18 maggio e quindi sia consentito lo svolgimento degli

esami in presenza:

 La Ordinanza ministeriale stabilirà i requisiti di ammissione

 Le prove potranno essere ridotte nel numero

Se le lezioni non riprenderanno entro il 18 maggio e quindi non sia consentito lo

svolgimento degli esami in presenza

 Il candidato presenterà un elaborato (tesina)

 L’ordinanza definirà i criteri di valutazione finale

 

INDICAZIONI SUGLI ESAMI DI STATO SECONDARIA 2 ° GRADO

 Se le lezioni riprenderanno entro il 18 maggio e quindi sia consentito lo svolgimento degli

esami in presenza

 La Ordinanza ministeriale stabilirà i requisiti di ammissione

 La commissione sarà composta dagli insegnanti interni, coadiuvati da un Presidente

esterno

 La prima prova di italiano sarà a carattere nazionale

 La seconda prova sarà predisposta dalla commissione

 La prova orale sarà in presenza (di cui farà parte anche il percorso di PCTO)

 Saranno tutelati gli studenti con dsa e/o disabilità

 Ci sarà una revisione dei criteri per assegnare la lode e il relativo premio

Se le lezioni non riprenderanno entro il 18 maggio e quindi non sia consentito lo

svolgimento degli esami in presenza:

 La Ordinanza ministeriale stabilirà i requisiti di ammissione

 La commissione sarà composta dagli insegnanti interni, coadiuvati da un Presidente

esterno

 Saranno eliminate le prove scritte

 Si svolgerà un colloquio articolato (in cui cioè si possano prevedere anche brevi

richieste scritte) di cui farà parte anche il percorso di PCTO

 Saranno tutelati gli studenti con dsa e/o disabilità

 Ci sarà una revisione dei criteri per assegnare la lode e relativo premio

I candidati esterni (privatisti) dovranno:

 Svolgere gli esami preliminari in presenza al termine della emergenza

epidemiologica (fine giugno-primi di luglio?)

 La commissione sarà la stessa della classe loro assegnata

 Svolgeranno l’esame di Stato, nelle modalità stabilite, nella sessione straordinaria di

settembre

DELIBERE COLLEGIALI E RIFLESSIONI

Il Collegio docenti unitario, e che quindi comprende tutti e tre gli ordini di scuola, nel corso

della seduta streaming del 30 marzo 2020, ha deliberato tutte le procedure per la

valutazione delle attività della didattica a distanza (DAD) , nonché i criteri generali di cui gli

insegnanti terranno conto per pervenire alla valutazione finale in sede di scrutinio.

Per le prime Vi abbiamo già comunicato come i voti in blu, specifici per le prove formative

svolte in DAD, si trasformano in voti definitivi verdi e/o rossi.

Gli insegnanti, per valutare i lavori svolti in DAD, tengono conto sia delle loro griglie di

materia che di ulteriori griglie elaborate e di cui vi riporto gli indicatori e descrittori, adattati

poi ovviamente ai diversi ordini di scuola:

 Organizzazione delle attività proposte o Partecipazione: partecipazione attiva alle proposte didattiche.

o Impegno: puntualità nella consegna dei materiali e/o dei lavori assegnati in modalità asincrona o Interesse: collaborazione costante alle attività in lavori proposti al singolo o a gruppi o Comportamento: corretto nelle lezioni in presenza

 Comunicazione nelle attività sincrone o Rispetta i turni di parola e intervento o Si esprime in modo chiaro, pertinente e coerente o Sa argomentare e motivare le proprie idee/opinioni

 Competenze evidenziate o Sa utilizzare in modo efficace i dati o Sa selezionare e gestire le fonti o dà un apporto personale alle proposte di approfondimento/studi o espone in maniera corretta implementando la discussione on-line o sa operare collegamenti e approfondire i temi proposti o sa verbalizzare coerentemente i procedimenti attivati o sa ipotizzare scenari, formulare ipotesi, risolvere compiti di realtà o nel blogging di gruppo interagisce in modo autonomo, costruttivo ed efficace.

Per i criteri generali di cui gli insegnanti tengono conto per il voto finale in sede di scrutinio,

ovviamente poi calibrati secondo l’ordine di scuola, Vi riporto una sintesi della delibera:

 La valutazione degli apprendimenti per l’a.s. 2019-2020 dovrà necessariamente

tenere conto di tutti gli elementi utili del processo di apprendimento dell’intero a.s.,

contrassegnato da un ampio periodo in cui questo si sviluppa tramite la DAD (didattica

a distanza) durante la quale si deve puntare sui saperi e contenuti essenziali

della propria disciplina.

 Il processo di apprendimento e la sua valutazione finale dovrà tener conto:

1. Delle valutazioni del primo quadrimestre come da scrutini effettuati

2. Delle attività di recupero ed effettivo raggiungimento o meno dei saperi e delle

competenze minime da parte dell’alunno con carenze nel primo quadrimestre

(per il liceo il voto ricade nel secondo quadrimestre)

3. Delle attività in DAD di tipo formativo sui saperi essenziali per le quali si

sono assegnati valutazioni o giudizi, da trasformare in valutazioni sommative

4. Del periodo finale dell’anno scolastico (se ci sarà n.d.r.) in cui le verifiche

saranno finalizzate prevalentemente al consolidamento di quanto svolto

precedentemente e comunque finalizzate ai saperi essenziali della

materia.

Rilevo che, sia pur con i limiti tecnici che talvolta affaticano lo svolgimento della didattica

nella modalità a distanza, l’impegno degli insegnanti ed educatori sia notevole e ampiamente

apprezzabile, così come sono lodevoli l’attenzione e la cura dei genitori e degli studenti nel

ricavare il meglio dalle proposte didattiche e formative a distanza.

Stiamo cercando di intercettare tutti i bisogni e le necessità delle famiglie, di modo che

nessuno si senta isolato o non possa vivere appieno questa esperienza eccezionale e per

questo abbiamo bisogno delle segnalazioni e del supporto di tutti voi.

La parola infatti che ci deve accomunare tutti e guidare ora nel nostro impegno condiviso è

responsabilità:

 Perché si possano realizzare comunque l’apprendimento e la formazione

 Perché si possa e si debba pensare al prossimo anno come un anno di recupero e

consolidamento dei saperi e non come al mero riempimento di vuoti

 Perché l’insegnante possa garantire i saperi essenziali affinché gli anni successivi

a questo non siano compromessi

 Perché come alunno non trascuri le lezioni e venga meno ai miei impegni, sapendo che ciò che non apprendo va perduto

 Perché come genitore sostenga e supporti un lavoro serio e autonomo di mio figlio.

 Perché c’è di mezzo un valore importante: la crescita del sapere che dà “sapore” e senso all’esistenza.

 

Il Dirigente Scolastico

Prof. Mario Bonini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.